Nel rafting ci si bagna. Sembra un’ovvietà, e in effetti potrebbe esserlo, ma è la prima regola da tenere a mente quando ci si prepara per un’esperienza di questo tipo.

Come ci si veste per il rafting? Proviamo a rispondere a questa domanda, tenendo bene in considerazione come la risposta possa dipendere dalla stagione e dal luogo più o meno caldo dove ci accingiamo ad affrontare le rapide muniti della nostra fedele pagaia.

Cosa mettere per fare rafting: attrezzatura tecnica

Per fare rafting sono necessari alcuni accorgimenti di sicurezza. Il casco, in primis, dato che lo sbalzamento è sempre dietro l’angolo e i fiumi non sono di certo noti per la morbidezza delle proprie rocce; per lo stesso motivo è imprescindibile il giubbotto di salvataggio. Potremo anche essere dei nuotatori più che esperti, ma le rapide non sono un elemento naturale con il quale scherzare: ergo, meglio andare sul sicuro e proteggersi.

Al di sopra di qualsiasi abbigliamento per il rafting che dovessimo decidere di indossare, ci infileremo una bella muta in neoprene, completa di scarpette.

Teniamo conto che di norma nei posti dove si pratica il rafting tutto questo materiale viene fornito dal centro stesso, non saremo certo obbligati ad acquistarlo per un’esperienza che potremmo fare anche solo una volta nella vita. In ogni caso, meglio chiedere e informarsi prima di ricevere spiacevoli sorprese.

Sotto la muta, come vestirsi per il rafting

E sotto la muta in neoprene, come ci dovremo vestire per il rafting? L’ideale sarebbe indossare una maglietta termica, di quelle utilizzate per andare a correre o sotto la maglia da calcio. Fanno traspirare, mantengono stabile la temperatura corporea, sono comode e soprattutto si asciugano in fretta.

Proprio per questo motivo, è vivamente sconsigliato il cotone. Oltre a metterci diverso tempo ad asciugare (anche sotto al sole), questo materiale ha la brutta controindicazione di disperdere il calore corporeo. Niente T-Shirt né calzini quindi. Ai piedi, meglio un pratico paio di calzettoni di lana.

Rimanendo in tema biancheria intima, una buona soluzione potrebbe essere quella di indossare direttamente un costume da bagno.
Ai piedi, sopra ai già citati calzettoni, il consiglio è quello di indossare delle classiche scarpe da ginnastica o – ancor meglio – degli scarponcini da escursione.

Cosa evitare quando si fa rafting

Oltre al cotone, c’è un’altra cattiva abitudine dettata dall’inesperienza che andrebbe evitata: le scarpette da scoglio. Non siamo in una spiaggia sassosa, a bordo e sugli scogli bisogna mantenere grip e aderenza.

Cosa ricordare quando si fa rafting

Al contrario, ricordiamoci sempre di portare un cambio di abiti e il necessario per la doccia. Molte delle strutture che svolgono questa attività sono attrezzate con spogliatoi e docce. Inutile rischiare di ammalarsi a causa di un cambio di calze e di maglietta lasciato a casa.

Questi sono i nostri consigli su come vestirsi per il rafting. Chi ha già provato questa esperienza, ha degli altri suggerimenti da dare ai neofiti?