Hai mai sentito parlare del mondo survival? Ti piacerebbe provare un percorso di sopravvivenza in natura? Al giorno d’oggi siamo sempre più abituati alle comodità della vita moderna, al punto che difficilmente saremmo in grado di sopravvivere senza di esse. Basti pensare all’ansia che ci assale se dimentichiamo il cellulare a casa o se smarriamo il nostro zaino, colmo di attrezzatura, nel bel mezzo di un’escursione. Ebbene, dopo un’esperienza di sopravvivenza estrema, non sarà più così!

Scuola e corsi di sopravvivenza

I corsi di sopravvivenza, molto diffusi tra gli appassionati di escursionismo, hanno l’obiettivo di insegnare ai partecipanti a “cavarsela” in ogni situazione – anche la più estrema – senza l’aiuto della tecnologia e, soprattutto, senza tutti quegli oggetti che fanno ormai parte della quotidianità.

Ad esempio: sapresti accendere un fuoco senza accendino, né fiammiferi? Saresti capace di orientarti senza una bussola o un dispositivo GPS? Sai riconoscere i frutti commestibili, con i quali nutrirti all’occorrenza, e stare alla larga da piante e funghi velenosi? Se la risposta è no, ciò che ti occorre è un corso survival, che ti insegni a diventare un vero esperto di sopravvivenza!

Corso Sopravvivenza

Questi corsi consistono in una scuola di sopravvivenza a tutti gli effetti e si tengono in ambienti suggestivi, lontano dai centri abitati: boschi, riserve naturali, ecc.. I partecipanti vengono, quindi, affidati ad una guida specializzata, che si occuperà di trasmettere loro le nozioni necessarie per:

  • procurarsi il cibo;
  • costruire ripari per la notte;
  • accendere fuochi;
  • stringere nodi;
  • lanciare un SOS.

Le attività di un corso di sopravvivenza variano, pertanto, a seconda delle circostanze: luogo, periodo dell’anno, necessità del momento. Inoltre, in base al grado di esperienza, è possibile optare per corsi di sopravvivenza di livello “base”, rivolti anche a giovanissimi e principianti, o per veri e propri “survival camp”, che durano diversi giorni e hanno un approccio decisamente più “hard”!

Durante un corso di sopravvivenza base è possibile adoperare una minima attrezzatura (es. coltellino, bussola, corde) e il luogo dell’appuntamento viene fissato con un indirizzo; per partecipare invece a un corso survival estremo, occorre rinunciare a strumenti di ogni genere ed essere pronti a raggiungere il punto di ritrovo, utilizzando semplicemente una mappa.

Tecniche, attrezzature e metodi di sopravvivenza

Come anticipato, uno dei principali obiettivi dei corsi di sopravvivenza è ridurre al minimo l’attrezzatura per mangiare, ripararsi durante la notte, orientarsi, provvedere ai bisogni personali e di gruppo. Non esiste, dunque, un vero e proprio “equipaggiamento survival”: i partecipanti vengono spinti ad utilizzare ciò che trovano sul posto (legna, pietre, piante selvatiche) e a sfruttare al meglio le proprie abilità e i propri sensi, in particolare vista, udito e olfatto.

Tuttavia, nei corsi di livello base, è prevista un’attrezzatura di sopravvivenza di base come teli in tessuto o in plastica per costruire rifugi per la notte e ripararsi dalla pioggia, coltellini e strumenti per tagliare la legna, bussole per ritrovare la direzione al momento del bisogno.

Scuola di Sopravvivenza

Ad ogni modo, durante un’esperienza survival, è essenziale portare con sé: capi di abbigliamento comodi e adeguati alla location che si vuole esplorare, scarpe da trekking, contenitori per acqua e cibo. Una volta giunti sul posto, una delle attività consisterà nel reperire tutto l’occorrente e creare un vero e proprio kit di sopravvivenza, esattamente come si faceva nei secoli scorsi.

Le principali tecniche di sopravvivenza consistono, infatti, nel reperire cibo in natura, imparando a riconoscere le piante e i frutti commestibili, ma anche nel ripararsi dal freddo notturno e dalla pioggia, il tutto con un equipaggiamento quanto più limitato e naturale: legna da ardere, strutture per dormire costruite sul posto, utensili realizzati con rami e pietre, e poco altro.

D’altronde, la bellezza di un corso di survival training risiede proprio nell’apprendere come sopravvivere nel bosco, e in qualsiasi luogo lontano dalla civiltà adoperando l’ingegno, le doti manuali e le attrezzature che l’ambiente stesso mette a nostra disposizione: un modo del tutto autentico di vivere il rapporto con la natura, con un approccio diverso rispetto alle classiche gite.

Sopravvivere in montagna, nella foresta, nei boschi

Se pensi che sopravvivere nella foresta, in montagna o nei boschi sia una cosa al di fuori della tua portata, partecipando ad un emozionante corso di sopravvivenza potresti cambiare idea!

Ciascuno di noi, infatti, è in grado di sopravvivere in natura con le proprie forze, specialmente se guidato da una figura specializzata: sperimentando un percorso di sopravvivenza, potresti scoprire delle abilità che non pensavi di possedere e, soprattutto, vivere l’escursione in maniera totalmente nuova, differente e, per certi versi, più libera e autentica, senza filtri né distrazioni tecnologiche.

Abbandonare, seppure per pochi giorni, i comfort della modernità può sembrare spaventoso, almeno agli inizi. Tuttavia, chi ha vissuto un’esperienza di sopravvivenza estrema, non ha potuto che abbandonarsi al fascino di una vita semplice ed al piacere di una continua scoperta.

Immagina di godere di un cielo stellato, respirare aria pulita, mangiare soltanto alimenti appena raccolti, addormentarti con i suoni del bosco. Il tutto senza interruzioni causate da telefonate moleste, messaggi o notifiche provenienti dai social. Meglio ancora se insieme ai tuoi amici o con un gruppo di appassionati che, per l’occasione, diventeranno i tuoi compagni di campeggio.

E, se pensi che tecniche di sopravvivenza non abbiano alcuna applicazione nella vita di tutti i giorni, sappi che si sbagli. Sopravvivere in natura significa, infatti, scoprire i propri limiti e le proprie abilità, acquisire maggiore fiducia in sé stessi, confrontarsi con le difficoltà e imparare a risolvere i problemi, sfruttando quel poco che si ha a disposizione: tutti aspetti che contribuiranno ad accrescere la tua autostima e il tuo senso dell’avventura!

Corsi di sopravvivenza in Italia

Esistono corsi di sopravvivenza in Italia? Se sì, come fare per iscriversi ad uno di essi?

Il Bel Paese, ricco di parchi e riserve naturali, offre tante incredibili location per organizzare una vacanza-survival. E, infatti, sia dal Nord al Sud, fino alle Isole, si tengono, ogni anno, numerosi corsi e week end di sopravvivenza, specialmente durante i mesi primaverili ed estivi, quando il clima temperato rende ancora più piacevole campeggiare tra boschi e vallate.

Tecniche di Sopravvivenza

Come scegliere il corso giusto?

Innanzitutto, in base al livello di esperienza. Se non sei abituato a dormire più notti in tenda e non hai mai acceso un fuoco in vita tua, sarà meglio iniziare con un corso della durata di un week-end rivolto ai principianti. Gradualmente, una volta che avrai “preso confidenza” con l’ambiente, potrai partecipare a vacanze-sopravvivenza più lunghe e complesse.

Per gli escursionisti più esperti, poi, esistono i cosiddetti “survival team”: gruppi composti da circa sei/quindici persone, che si danno appuntamento in una particolare location, per allontanarsi qualche giorno dalla tecnologia odierna, ritrovando il contatto con la natura e con sé stessi.

Alcuni corsi di sopravvivenza uniscono, inoltre, attività diverse, accostando all’esperienza survival anche discipline sportive (come, ad esempio, il trekking o il canyoning). Altri ancora richiedono una preparazione atletica medio-alta, poiché si svolgono in luoghi difficilmente raggiungibili.

Insomma, prima di iscriversi ad un corso di sopravvivenza in Italia o all’estero, è bene informarsi sul grado di complessità e sulle attività a cui dovrai dedicarti, oltre che sull’età dei partecipanti: accanto scuole di survival per adulti, infatti, vi sono anche eventi riservati ai più giovani o alle famiglie.

Concludendo, se l’idea di apprendere nuovi metodi di sopravvivenza ti intriga e non disdegni la possibilità di spegnere il cellulare per qualche giorno, un corso survival è la scelta giusta per una vacanza davvero indimenticabile. Potrai, finalmente, dare sfogo al desiderio di avventura e vivere un’esperienza che cambierà, nel profondo, il tuo approccio con il mondo della natura!

Scopri le attività di sopravvivenza targate Freedome!