Volare in parapendio è una delle attività all’aperto che più affascina gli amanti del volo. Il senso di libertà che accompagna questa esperienza outdoor è tra i più sensazionali che si possano provare. L’idea di ammirare paesaggi indimenticabili da una prospettiva unica seduce al punto da non potervi più rinunciare, una volta provata. Che si tratti di montagna, mare o pianura, il volo in parapendio è sempre un’emozione incredibile!

In questo articolo targato Freedome vediamo insieme cosa significa il termine parapendio, che cosa caratterizza questa attività sportiva, ma soprattutto come e dove praticarla. Si tratta di un’attività che non richiede abilità particolari se accompagnati da istruttori esperti e che è possibile affrontare in sicurezza anche in solitaria, partecipando preventivamente a corsi con rilascio di attestato.

Cos’è il parapendio: significato e come funziona

Cos'è il parapendio

Il termine parapendio è composto dai termini para e pendio, che ne spiegano il significato e l’origine. Para è un’abbreviazione di paracaute e pendio si rifà al declivio, alla pendenza tipica dei paesaggi montuosi, dove questa attività ha visto la sua nascita, ma soprattutto la sua diffusione.

Dal punto di vista tecnico il parapendio è un paracadute orientabile di forma rettangolare con profilo ad ala, di tessuto leggero, derivato dai paracadute da lancio pilotabili. È il mezzo di volo libero più semplice e leggero che esista, utilizzato per lanciarsi nel vuoto da pareti ripide di montagna o dalla sommità di un pendio per poi discendere fino a valle.  Ha visto la sua nascita a partire dalla fine degli anni ’60.

Il suo funzionamento è molto semplice: con l’aumento della velocità il parapendio si apre e si gonfia grazie all’aria, permettendo così di spiccare il volo. Una volta decollati, sfrutta il proprio peso per avanzare e creare così la portanza che lo sostiene, esattamente come farebbe un aereo. Si può governare in maniera abbastanza semplice per solcare i cieli ammirando il paesaggio circostante.

Il parapendio rappresenta oggi anche uno sport ampiamente riconosciuto, per il quale si svolgono numerose competizioni. Ed è indubbiamente un hobby e una passione per tantissime persone in tutto il mondo.

Le varianti del parapendio

L’evoluzione dal punto di vista tecnico e soprattutto la diffusione di questa disciplina hanno portato alla nascita di numerose varianti del parapendio.

Accanto a quello monoposto o in solitaria si sente spesso parlare di parapendio tandem. Questa variante riscuote moltissimo successo perché consente a tutti, anche senza la capacità di pilotare un parapendio, di provare l’ebbrezza di attraversare i cieli ammirando il panorama da una prospettiva unica. Con il parapendio doppio o in tandem governare il mezzo è compito di una persona esperta, mentre il passeggero non dovrà fare altro che godersi lo spettacolo. È dunque un’attività adatta a tutti, sicura e divertente!

Parapendio Biposto

Oltre al parapendio classico, che sia mono o biposto, possiamo poi trovare anche il paramotore. Esso non è altro che un parapendio a cui è stato aggiunto un piccolo motore per consentire manovre di decollo e atterraggio più semplici oltre che per agevolare e controllare meglio le fasi di volo. Dal punto di vista del paracadute impiegato quindi non cambia sostanzialmente nulla, è però previsto l’impiego supplementare di un motore solitamente di dimensioni contenute.

La diffusione infine di questa attività sportiva e l’incremento delle competizioni a livello internazionale hanno portato alla nascita del cosiddetto parapendio acrobatico. Più che una variante tecnica o di attrezzatura, il parapendio estremo si caratterizza per l’esecuzione di manovre complesse e affascinanti. Si tratta di vere e proprie acrobazie che richiedono esperienza e comportano una certa pericolosità, a differenza dei voli in parapendio turistici e panoramici che non presentano rischi particolari.

Per maggiori dettagli sulle differenze tra parapendio, paramotore e le altre varianti, leggi l’articolo di approfondimento.

Attrezzatura e abbigliamento necessari

L’attrezzatura per parapendio è caratterizzata da pochi, ma fondamentali elementi. Pur non essendo un’attività rischiosa, se praticata con responsabilità e attenzione, sono necessari:

  • Casco: pur non essendo un’attività rischiosa, se praticata con responsabilità e attenzione, il casco è una precauzione fondamentale per scongiurare infortuni gravi.
  • Vela: il cuore del paracadute, può essere di vari materiali e dimensioni a seconda dell’uso che se ne vuole fare (parapendio monoposto o biposto, turistico o acrobatico).
  • Imbraghi: l’imbragatura consente di assicurare il pilota e l’eventuale passeggero alla vela, grazie a cinture di stoffa e agganci.
  • Paracadute di emergenza: per far fronte ad imprevisti che, seppur molto rari, potrebbero capitare.

Ovviamente in caso di attività svolta in tandem accompagnati da un istruttore, affidandosi a professionisti, centri e associazioni sportive specializzati, l’attrezzatura non deve essere una preoccupazione: saranno gli stessi  a fornire al passeggero tutto il necessario.

Per quanto riguarda invece l’abbigliamento per parapendio non sono previsti particolari indumenti da utilizzare. Sicuramente è importante vestirsi in maniera comoda e considerare che anche durante le stagioni estive la temperatura può essere bassa per via dell’altitudine: spazio dunque a giacche antivento, piumini, ma anche guanti. Si consiglia l’utilizzo di calzature tipo trekking per scongiurare slogature in fase di atterraggio.

Volo in Parapendio Prezzi

Volo in parapendio: prezzi e costi

Ma quanto costa fare parapendio?

Ovviamente se stiamo parlando di praticare l’attività in prima persona, bisogna considerare i costi dei corsi per il rilascio dell’attestato di pilota e conseguentemente l’acquisto di tutta l’attrezzatura necessaria.

I costi del parapendio in questo caso possono raggiungere qualche migliaia di euro:

  • Un corso di parapendio può costare tra i 1.000 e i 1.800 euro, prezzo nel quale solitamente è compreso il noleggio dell’attrezzatura per la durata delle lezioni.
  • Il costo dell’attrezzatura da parapendio invece, seppur sia difficile fornire delle indicazioni precise, può aggirarsi tra i 2.000 e i 4.000 euro, a seconda che si acquistino attrezzature nuove o usate. In questa cifra sono compresi la vela (2.500/3.000 euro), gli imbraghi (500/800 euro), l’attrezzatura di emergenza (500 euro) e il casco (100/200 euro). Per quanto riguarda invece il parapendio biposto i prezzi possono salire a 5.000/6.000 euro.

Se desideri conoscere i prezzi per un volo in parapendio biposto, in questo caso sappi che i costi sono molto più alla portata. Un’escursione in parapendio può costare dagli 80 ai 180 euro a secondo del luogo e della durata.

Dove praticare parapendio

È possibile praticare parapendio in diversi ambienti, che offrono paesaggi molto differenti tra loro:

  • parapendio da montagna: la montagna è sicuramente il luogo dove questa attività è maggiormente praticata. Non a caso il parapendio nasce proprio ad altitudine e, come abbiamo visto, deve il suo nome proprio ai pendii dei versanti montuosi. I paesaggi in queste zone sono sicuramente tra i più godibili, per la presenza di una natura incontaminata, di viste mozzafiato e panorami unici.
  • parapendio sulla neve: anche in questo caso solitamente sono le località montanare ad essere teatro di spettacolari voli tra vette, boschi e vallate, meravigliosamente imbiancate da questo fenomeno naturale. Con le dovute attenzioni all’abbigliamento per combattere le basse temperature, praticare parapendio sulla neve è sicuramente un’attività da provare una volta nella vita.
  • parapendio sul mare: per gli amanti invece del mare, comunque ci sono buone notizie. Molte località italiane, soprattutto nel centro-sud (ma non solo), consentono di spiccare il volo dalle loro alture a pochi kilometri dal mare. Sarà dunque possibile sorvolare i paesaggi costieri distendendo lo sguardo sui colori dell’entroterra e sulle infinite sfumature blu e verdi del mare.
  • Parapendio in pianura: per i voli in pianura si utilizza più comunemente il paramotore, che consente di alzarsi in volo senza la presenza di pendii. I paesaggi possono comunque essere caratteristici e mostrare campagne e distese alternarsi a città moderne oppure a piccoli borghi caratteristici.

Sono tantissimi i luoghi suggestivi del Bel Paese per praticare questa fantastica attività all’aria aperta: in molte delle regioni lungo tutto lo stivale sono presenti centri attrezzati, club privati, associazioni sportive, che propongono voli in parapendio, sia in solitaria che in tandem.

Scopri le proposte di Volo in Parapendio Freedome!